Il 10% di Lush è proprietà dei suoi dipendenti dal 2017...

Affinché Lush possa continuare ad essere l’azienda che è, e ad agire nel modo in cui fa, deve restare un’azienda indipendente.

Non pubblica, non nelle mani di una multinazionale e non di una società finanziaria a mero scopo di lucro.

 Il Lush Employee Benefit Trust (EBT) è un fondo fiduciario che detiene il 10% delle quote di Lush. Insieme agli altri soci, il Lush EBT possiede una parte dell’attività di Lush. Ogni dipendente a tempo indeterminato, assunto in uno dei paesi del Gruppo Lush, è beneficiario del Lush EBT. Cinque amministratori (trustees) si occupano del fondo per conto di tutto lo staff.

Perché volevamo un EBT...

L’azionariato dei dipendenti è qualcosa  che Lush stava esplorando da 15 anni.

I nostri dipendenti sono il cuore di Lush e intestare a loro una parte delle quote aziendali ha sempre avuto senso per noi, dato che abbiamo sempre promosso una cultura tipica delle aziende possedute dai dipendenti. 

Il modello di proprietà condivisa ha lo scopo di:

  • Riflettere la nostra etica
  • Garantire la proprietà indipendente dell’azienda
  • Preservare la cultura dei bonus

Riteniamo che la migliore struttura proprietaria per l’azienda in futuro sia che le sue azioni siano detenute da:

  • Family trust
  • Employee benefit trust

Perché lo abbiamo fatto

I fondatori e gli attuali soci apprezzano il contributo che ogni dipendente dà all’attività e il fatto che tutto lo staff sia beneficiario dell’EBT riconosce gli sforzi e l’impegno di ognuno nel renderci l’azienda che siamo.

Se un dipendente viene a lavorare per Lush perché crede nell’etica dell’azienda, grazie all’EBT può avere la certezza che tale etica venga rispettata, preservata e protetta.

Noi crediamo che i dipendenti non debbano essere acquistati o venduti con l’azienda. L’azienda non verrà acquistata o rilevata da un ente esterno, lo garantisce l’EBT. Se gli attuali soci volessero vendere le proprie quote a un acquirente esterno, generando così un cambio di controllo sulla società, dovrebbero prima ottenere l’approvazione dello staff, tramite EBT.

I soci che attualmente lavorano in azienda hanno fatto un accordo che li impegna a cedere le proprie quote all’azienda stessa, nel caso in cui dovessero decidere di venderle.

0%

Proprietà dei dipendenti

Risultato

  • I dipendenti avranno sempre una partecipazione nell’azienda. Nessuno potrà acquistare la nostra azienda al prezzo più alto.
  • Abbiamo la garanzia che l’azienda sia indipendente e possa comportarsi come vuole.
  • Possiamo mettere le informazioni a disposizione di tutti. Ossia disponiamo di persone in grado di comunicare con tutto lo staff e trasmettere informazioni in ogni area dell’azienda.
  • Chiunque lavori per Lush ha l’onere di aiutarci a rimanere fedeli alla nostra carta etica. Tutti noi, come beneficiari dell’EBT, possiamo avere un ruolo attivo come responsabili di queste linee guida.
  • Chiunque lavori per noi dovrebbe avere il diritto di guadagnare un bonus. Ci siamo impegnati a tutelare l’accesso a un programma di bonus per tutti i dipendenti e per ogni ruolo all’interno dell’azienda.
  • La nostra carta etica non può essere compromessa o distrutta senza la consultazione con i nostri trustees. Se qualcuno ci ritiene non conformi alla nostra carta etica, può dirlo.

Chi sono gli attuali trustees

5 fiduciari (trustees) si occupano di ogni trust per conto dello staff.

  • 2 Trustees eletti dall’azienda
  • 2 Trustees eletti dallo staff
  • 1 Trustee indipendente
1/5
Incontra i trustees

Karl Bygrave

Dirigente Lush, socio e trustee EBT nominato dal consiglio di amministrazione

Karl Bygrave ha iniziato la sua carriera nel 1983 come apprendista compounder per Constantine & Weir, una società precedente a Lush fondata dagli stessi soci. Lavora per Lush da 24 anni.

Karl ha avuto un percorso molto variegato in azienda, a partire dalla fondazione di Lush Giappone all’inizio degli anni 2000. Karl si è anche trasferito in Australia per diversi anni, per riorganizzare l’attività e introdurre Lush nel mercato neozelandese. Insieme ai suoi colleghi, Karl ha gestito l’ingresso di Lush in diversi altri mercati internazionali, tra cui il Medio Oriente e il Brasile, spesso si occupa di gestire le relazioni con i partner e ha persino creato il primo sito Web di Lush!

Il suo amore per gli animali lo ha portato a sostenere la ricerca di test alternativi attraverso il Lush Prize e il programma Lush di sperimentazione sulla coltura cellulare umana per quasi dieci anni. Ha lavorato in molte aree dell’azienda, tra cui la vendita online nel Regno Unito, ha gestito questioni di legislazione internazionale, aspetti legali, mercati emergenti e tutela della proprietà intellettuale. Per dirla con le sue stesse parole “Il suo lavoro è rimuovere qualsiasi ostacolo che impedisce all’azienda di fare ciò che vuole fare, gestendo il rischio d’impresa”.

“Sono commosso che mi sia stato chiesto di diventare un trustee, perché credo sia un aspetto importante e un riconoscimento del contributo che ogni dipendente porta all’azienda”, afferma.

2/5
Incontra i trustees

Mo Constantine

Co-fondatrice di Lush, socia, inventrice e trustee EBT nominata dal consiglio di amministrazione

Mo Constantine ha fondato Lush nel 1995 insieme a 6 soci, tra cui il marito Mark, ed è coinvolta nella creazione di cosmetici innovativi da 25 anni. Mo gestisce la nostra attività di produzione ed è specializzata nell’invenzione di prodotti solidi, senza conservanti e senza packaging. Ha ottenuto il suo primo brevetto nel 1988 per l’invenzione del popolarissimo shampoo solido, anche se è più comunemente nota per essere “inventrice della bomba da bagno Lush”.

Più di recente, Mo ha guidato il team che ha lavorato al concept e all’apertura del nostro primo Fresh Shop a Parigi.

3/5
Incontra i trustees

Wendy Winters

Trustee EBT nominata dallo staff

Wendy è la rappresentante EBT nominata dallo staff nel Regno Unito. “Lavoro per Lush da 10 anni. Ho iniziato come chiamata natalizia, poi sono stata shop manager, formatrice e ora sono parte del team Retail in UK e Irlanda. Nel corso della mia carriera, la mia passione per Lush è sempre nata dalle persone che lavorano per questa azienda. È da qui che viene l’entusiasmo per il mio lavoro! Penso davvero che abbiamo una forza lavoro unica e straordinaria.

Volevo essere una rappresentante EBT perché il mio impegno politico e il mio attivismo, sia dentro che fuori dall’azienda, riguardano l’uguaglianza, l’inclusione e la diversità. Qualcosa che cercherò sempre di migliorare e tutelare. Inoltre sono entusiasta di offrire a tutti i Lushies la possibilità di essere ascoltati, plasmare il proprio futuro e continuare a cambiare il mondo”.

4/5
Incontra i trustees

Julia Gritsch

Rappresentante EBT nominata dallo staff

Julia viene dall’Austria e fa parte della famiglia Lush dal 2015. “Ho iniziato come chiamata natalizia e dopo alcuni giorni di lavoro sapevo che mi sarebbe piaciuto lavorare più a lungo per questa azienda. Dopo un po’ sono diventata supervisor del negozio più frequentato dell’Austria e nell’estate 2019 sono stata votata come fiduciaria, il che significa davvero molto per me!

Lush è un posto bellissimo in cui lavorare e voglio che tutti si sentano così. Anche in tempi difficili dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri. Rimanere in contatto è la chiave per essere ascoltati. In qualità di fiduciaria, voglio assicurarmi che ogni voce venga presa sul serio.”

5/5
Incontra i trustees
Helen Moreton

Helen Moreton

Trustee indipendente

Helen porta con sé i suoi 18 anni di esperienza nell’azionariato dei dipendenti nel settore retail tramite la John Lewis Partnership.

“Sono lieta di entrare a far parte di Lush come nuova fiduciaria indipendente del vostro Employee Benefit Trust. Non solo amo i vostri prodotti, ma applaudo a tutto ciò che l’azienda rappresenta. Fare un lavoro significativo è di grande importanza per me, per questo apprezzo la mia carriera al servizio di numerose organizzazioni guidate da valori in cui credono.”

1/5
Incontra i trustees

Karl Bygrave

Dirigente Lush, socio e trustee EBT nominato dal consiglio di amministrazione

Karl Bygrave ha iniziato la sua carriera nel 1983 come apprendista compounder per Constantine & Weir, una società precedente a Lush fondata dagli stessi soci. Lavora per Lush da 24 anni.

Karl ha avuto un percorso molto variegato in azienda, a partire dalla fondazione di Lush Giappone all’inizio degli anni 2000. Karl si è anche trasferito in Australia per diversi anni, per riorganizzare l’attività e introdurre Lush nel mercato neozelandese. Insieme ai suoi colleghi, Karl ha gestito l’ingresso di Lush in diversi altri mercati internazionali, tra cui il Medio Oriente e il Brasile, spesso si occupa di gestire le relazioni con i partner e ha persino creato il primo sito Web di Lush!

Il suo amore per gli animali lo ha portato a sostenere la ricerca di test alternativi attraverso il Lush Prize e il programma Lush di sperimentazione sulla coltura cellulare umana per quasi dieci anni. Ha lavorato in molte aree dell’azienda, tra cui la vendita online nel Regno Unito, ha gestito questioni di legislazione internazionale, aspetti legali, mercati emergenti e tutela della proprietà intellettuale. Per dirla con le sue stesse parole “Il suo lavoro è rimuovere qualsiasi ostacolo che impedisce all’azienda di fare ciò che vuole fare, gestendo il rischio d’impresa”.

“Sono commosso che mi sia stato chiesto di diventare un trustee, perché credo sia un aspetto importante e un riconoscimento del contributo che ogni dipendente porta all’azienda”, afferma.

2/5
Incontra i trustees

Mo Constantine

Co-fondatrice di Lush, socia, inventrice e trustee EBT nominata dal consiglio di amministrazione

Mo Constantine ha fondato Lush nel 1995 insieme a 6 soci, tra cui il marito Mark, ed è coinvolta nella creazione di cosmetici innovativi da 25 anni. Mo gestisce la nostra attività di produzione ed è specializzata nell’invenzione di prodotti solidi, senza conservanti e senza packaging. Ha ottenuto il suo primo brevetto nel 1988 per l’invenzione del popolarissimo shampoo solido, anche se è più comunemente nota per essere “inventrice della bomba da bagno Lush”.

Più di recente, Mo ha guidato il team che ha lavorato al concept e all’apertura del nostro primo Fresh Shop a Parigi.

3/5
Incontra i trustees

Wendy Winters

Trustee EBT nominata dallo staff

Wendy è la rappresentante EBT nominata dallo staff nel Regno Unito. “Lavoro per Lush da 10 anni. Ho iniziato come chiamata natalizia, poi sono stata shop manager, formatrice e ora sono parte del team Retail in UK e Irlanda. Nel corso della mia carriera, la mia passione per Lush è sempre nata dalle persone che lavorano per questa azienda. È da qui che viene l’entusiasmo per il mio lavoro! Penso davvero che abbiamo una forza lavoro unica e straordinaria.

Volevo essere una rappresentante EBT perché il mio impegno politico e il mio attivismo, sia dentro che fuori dall’azienda, riguardano l’uguaglianza, l’inclusione e la diversità. Qualcosa che cercherò sempre di migliorare e tutelare. Inoltre sono entusiasta di offrire a tutti i Lushies la possibilità di essere ascoltati, plasmare il proprio futuro e continuare a cambiare il mondo”.

4/5
Incontra i trustees

Julia Gritsch

Rappresentante EBT nominata dallo staff

Julia viene dall’Austria e fa parte della famiglia Lush dal 2015. “Ho iniziato come chiamata natalizia e dopo alcuni giorni di lavoro sapevo che mi sarebbe piaciuto lavorare più a lungo per questa azienda. Dopo un po’ sono diventata supervisor del negozio più frequentato dell’Austria e nell’estate 2019 sono stata votata come fiduciaria, il che significa davvero molto per me!

Lush è un posto bellissimo in cui lavorare e voglio che tutti si sentano così. Anche in tempi difficili dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri. Rimanere in contatto è la chiave per essere ascoltati. In qualità di fiduciaria, voglio assicurarmi che ogni voce venga presa sul serio.”

5/5
Incontra i trustees
Helen Moreton

Helen Moreton

Trustee indipendente

Helen porta con sé i suoi 18 anni di esperienza nell’azionariato dei dipendenti nel settore retail tramite la John Lewis Partnership.

“Sono lieta di entrare a far parte di Lush come nuova fiduciaria indipendente del vostro Employee Benefit Trust. Non solo amo i vostri prodotti, ma applaudo a tutto ciò che l’azienda rappresenta. Fare un lavoro significativo è di grande importanza per me, per questo apprezzo la mia carriera al servizio di numerose organizzazioni guidate da valori in cui credono.”

La nostra carta etica

Uno degli obiettivi principali del Lush Employee Benefit Trust (EBT) è proteggere i valori fondamentali che ci consentono di mantenere i nostri standard etici. A questo scopo, tramite l’EBT, stiamo mettendo in atto un processo per evitare che eventuali decisioni possano violare o influenzare materialmente la nostra condotta etica senza prima aver consultato le opinioni dello staff di tutto il gruppo Lush. Inoltre, ciò consente a tutti noi di essere accuratamente informati sulle questioni che eventuali proposte di modifica potrebbero sollevare, così da poter dare un contributo significativo al processo decisionale e consentire ai leader dell’azienda di prendere decisioni informate dopo aver considerato tutte le nostre opinioni.

La nostra Carta Etica

Continua a leggere  →

La Carta Etica di Lush

0:00