Aperte le candidature al Lush Spring Prize 2021

Milano, febbraio 2021– Lush, brand etico di cosmetici freschi e fatti a mano, e Ethical Consumer, cooperativa di ricerca e consulenza, annunciano l’apertura delle candidature per la quarta edizione del Lush Spring Prize, un premio nato nel 2017 volto a devolvere un fondo di £200.000 a favore di progetti di rigenerazione sociale e ambientale in tutto il mondo Lo Spring Prize celebra il lavoro di chi s’impegna ad aiutare le comunità e la società a prosperare in armonia, sia con la natura che tra di loro, attraverso la creazione di fonti di sostentamento ed ecosistemi sani e resilienti.

Oltre la sostenibilità

La rigenerazione è un concetto chiave che si propone di portare oltre la sostenibilità i mezzi di sussistenza e le economie, per far rivivere gli ambienti danneggiati e le comunità.

Lush Spring Prize nasce proprio al fine di supportare i progetti di rigenerazione attraverso un approccio olistico capace di considerare il modo in cui sono collegate tra loro tutte le cose presenti sul pianeta, per risolvere problemi ambientali, sociali ed economici.

L’obiettivo è quello di ripristinare e rigenerare, non semplicemente sostenere, la salute del Pianeta Terra e di ogni singola parte di questo sistema, che si tratti di suolo, acqua, piante, aria, animali o persone. Lush Spring Prize considera il fatto che tutti questi elementi hanno bisogno di connessioni sane tra loro poiché un sistema forte offre migliori capacità di riprendersi dagli shock, di svilupparsi e diventare più maturo. Attraverso il supporto a progetti di rigenerazione, il Lush Spring Prize si propone di accrescere la conoscenza di tutto il movimento nel suo insieme al fine di ispirare singoli individui, gruppi e comunità ad avviare un progetto di rigenerazione.

Obiettivo del Lush Spring Prize è quindi quello di aumentare l’accesso a risorse, informazioni e competenze per costruire alternative alla cultura dominante della degenerazione, ripristinando gli ecosistemi, generando risorse rinnovabili e alimentando la solidarietà, salute, integrità e resilienza. Ridisegnare le economie è un passaggio fondamentale verso una cultura rigenerativa.

Gloria della comunità Ripanu, a cui è stato assegnato un Intentional Award durante l’evento Spring Prize 2019.

Come funziona il Lush Spring Prize

Il Lush Spring Prize è un fondo biennale da £ 200.000, istituito per supportare progetti nel campo della rigenerazione ambientale e sociale e accoglie candidature di gruppi suddivise in quattro categorie:

  • Intentional Awards – un sostegno volto a supportare nuove idee e progetti, con un massimo di un anno di attività, per aiutarli a porre solide basi attraverso una condivisione delle conoscenze.
  • Young Award – un sostegno volto a premiare progetti da 1 a 5 anni in fase di crescita per aiutarli a espandere e sviluppare il lavoro per il miglioramento dei sistemi sociali ed ecologici.
  • Established Award – progetti o organizzazioni che hanno lavorato con successo per più di 5 anni per ispirare le persone e aprire il dialogo.
  • Influence Award – attività di lobbying o organizzazione di campagne a supporto di progetti di rigenerazione volte a influenzare la politica e l’opinione pubblica.

Novità dell’edizione Spring Prize 2021: la candidatura per nomina

Lo Spring Prize 2021 offre la possibilità a chiunque di nominare gruppi meritevoli. Poiché in alcuni contesti può essere considerato culturalmente poco appropriato candidare il proprio gruppo per un premio, quest’anno oltre alle candidature dirette saranno accettate anche quelle di progetti su segnalazione.

Le candidature per nomina sono aperte fino al 14 marzo 2021. I gruppi possono invece presentare candidatura diretta fino al 31 marzo 2021.

Diventare giudice del Lush Spring Prize

Per ogni edizione, la giuria del Lush Spring Prize accoglie un cliente Lush. Insieme agli altri giudici, il cliente collabora per identificare i vincitori tra una rosa di circa 50 candidature internazionali selezionate nella short list. Diventare giudice dello Spring Prize significa prendere parte attiva nel processo di rigenerazione, imparare direttamente dalle voci dei protagonisti, scoprire storie stimolanti e ricche di innovazione. I clienti Lush possono candidarsi per entrare a far parte della giuria dal 5 al 27 febbraio 2021, compilando questo modulo.

I Gruppi vincitori delle scorse edizioni dello Spring Prize

Giunto oggi alla quarta edizione, il Lush Spring Prize ha accolto nelle tre precedenti edizioni oltre 700 candidature da tutti i continenti ad eccezione dell’Antartide. L’Italia vanta due vincitori nell’edizione del 2019: Laboratorio Sicilia 2030 e Diritti a Sud con il progetto Sfruttazero.

Il gruppo Laboratorio Sicilia 2030 si è aggiudicato il premio Intentional Award con un progetto volto a supportare attivamente e a facilitare la collaborazione multi-livello di singoli individui e organizzazioni implementando l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Laboratorio Siclia 2030 parte dalla considerazione che la regione Sicilia sia in cerca di una visione unitaria e condivisa, da adattare ai propri valori e bisogni, per emergere da un periodo di crisi e rassegnazione determinato da un momento storico che vede una crisi climatica, ambientale, sociale ed  economica.

Il progetto punta alla creazione di una responsabilità condivisa, apprendimento e collaborazione, per co-creare un laboratorio di soluzioni e contributi a beneficio di tutti.

Il gruppo Diritti a Sud si è invece aggiudicato il premio Young Award per il progetto Sfruttazero.

Diritti a Sud è una comunità composta da sensibilità differenti ma accomunate dal dovere morale di aiutare chi si trova a vivere condizioni di disagio. Opera attraverso la costruzione di una rete di relazioni stabili e di rapporti umani che vanno al di là delle differenze di nazionalità, condizione sociale o colore della pelle. L’obiettivo è quello di trasformare il “Sud del Mondo”, inteso come disagio e diritti negati, e renderlo il Sud dell’accoglienza, della legalità, delle opportunità, del

riscatto e dei diritti per tutti. Sfruttazero è un progetto ambizioso che prevede la creazione di una filiera per la produzione di salsa di pomodoro che elimini lo sfruttamento dei lavoratori e delle risorse, garantendo a contadini, braccianti, migranti e non, una giusta retribuzione.

L’elenco completo dei vincitori delle scorse edizioni può essere trovato sul sito ufficiale dello Spring Prize.

ETHICAL CONSUMER

Ethical Consumer è una cooperativa inglese no profit che si occupa di ricerca e consulenza, specializzata in tematiche ambientali, animali e sociali.

www.ethicalconsumer.org

 

LUSH

Lush produce e commercializza cosmetici freschi e fatti a mano a base di ingredienti di prima qualità come frutta e verdure fresche, spesso biologiche o provenienti dal commercio equosolidale presente in 49 paesi. Dalla sua fondazione, nel 1995, Lush si è distinta per innovazione e etica: tutti i prodotti sono cruelty free e rigorosamente non testati su animali, realizzati nel pieno rispetto dell’ambiente (spesso solidi, privi di confezione o dotati di un imballaggio riciclato e riciclabile al 100%), hanno una data di produzione e una di scadenza. Lush acquista i propri ingredienti in maniera etica attraverso un team dedicato di Ethical Buying. La convinzione che la sola sostenibilità non sia più sufficiente, porta Lush a promuovere nel 2017 la prima edizione del Lush Spring Prize, un fondo devoluto a favore di progetti di rigenerazione sociale e ambientale. L’anno successivo, a dimostrazione di questo impegno, lo SLush Fund (Sustainable Lush Fund) viene trasformato in Re:Fund – un fondo annuale di €1.5 milioni per sostenere a livello mondiale la rigenerazione nelle aree colpite da calamità e spostamenti di popolazioni, per la permacultura e l’agorecologia, e per la rinaturalizzazione a la biodiversità.

Qui maggiori informazioni sul Lush Spring Prize.

 

it.lush.com

Per maggiori informazioni:

Ufficio stampa Lush Italia

Maria Bruschi | [email protected] | +39 348 6620554

Elena Strano | [email protected] | +39 335 1305951

Audio player image

12:11